FERRAZZA, INVITO ALL’INCONTRO “IL SISTEMA BANCARIO E I SUOI METODI OSCURI ED ILLECITI”

Alle Autorità e agli Amministratori Trentini,

Vi chiedo di dedicare qualche minuto del Vostro tempo e della Vostra Attenzione alla lettura di questa lettera/invito.

Da primo cittadino e da politico impegnato nel territorio, sempre più sovente raccolgo grida di disperazione da parte di comuni cittadini ed imprenditori strozzati dalla crisi, dagli Istituti di Credito e da Equitalia. Le pagine dei giornali sono quotidianamente intrise di notizie legate ad azioni e gesti disperati di persone che, sopraffatte dai debiti, e avendo perso la loro dignità, ricorrono a gesti estremi. Non stiamo parlando né di meschinità né di esibizionismo, ma di disperazione.

Poiché è sempre più diffusa la convinzione che il Sistema Bancario e i suoi metodi a volte oscuri sia uno tra i maggiori artefici della crisi economica e sociale del nostro Paese, ho indetto con l’Associazione MIRitrovo una serata informativa che faccia chiarezza sul suddetto Sistema, al fine di comprendere se e quali siano le sue effettive responsabilità, e proponendo ove possibile soluzioni concrete ed attuabili ai cittadini, per ridare loro dignità e speranza.

Fare informazione è un dovere, essere informati un diritto. Per questo motivo, supportati dall’importante contributo di illustri ed esperti relatori, faremo in modo che i cittadini prendano coscienza della realtà e sappiano che è possibile combattere legalmente il sistema bancario quando questo si serve di sistemi illeciti.

Vogliate perciò accettare il mio invito a partecipare alla serata informativa che si svolgerà il prossimo Venerdì 11 aprile ore 20.30 presso la sede dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Trento.

Abbattiamo insieme il muro dell’omertà e delle lobbies bancarie. Lo dobbiamo alle nostre Comunità.  Insieme, siamo più forti.

Cordialmente, Ing. Walter Ferrazza, Presidente Associazione MIRitrovo

 

sistema bancario

sistema bancario retro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *