Samorì: Redditi bassi, tasse alte e tanti sprechi da parte dello Stato

Gianpiero Samorì, Presidente del MIR:

I dati usciti in questi giorni confermano la situazione più allarmante di questo inizio secolo: i redditi da lavoro dipendente si riducono ogni anno e conseguentemente anche il potere d’acquisto, mentre per le imprese il costo finito è esagerato. In mezzo c’è lo Stato, il pubblico, i suoi sprechi e le sue inefficienze.

Continuando così la ricchezza si accorperà ancora di più, il ceto medio sparirà, il lavoro non garantirà livelli accettabili di qualità di vita e si scivolerà verso l’oligarchia, il sistema che ha sempre preceduto le dittature. Cambiare si può e si deve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *